L’albero maledetto…racconto dal blog di Assergi

14 Maggio 2007 6 commenti


La mia bisnonna Domenica, detta la “Sciusciona” aveva “j’orte a peje la valle” (l’orto nella valle bassa – n.d.r.), confinante con quello della sorella Massimina; sul suo orto cresceva un albero, un olmo che, per esposizione, mandava l’ombra nell’orto della sorella dove Massimina si riposava, cosa che non faceva piacere alla mia bisnonna perchè si riteneva proprietaria non solo dell’albero ma anche dell’ombra!

Non doveva correre buon sangue tra le due sorelle visto che la mia bisnonna le ripeteva: “che stu’ sole te pozza cecà” e Massimina le rispondeva: “te dicesti a te pigliasti”. Fatto sta che la mia bisnonna morì cieca!
Da allora quell’albero divenne …. l’Albero Maledetto!

Passano gli anni, gli orti furono abbandonati come purtroppo avviene ed un bel giorno l’olmo crollò a terra, tanto era vecchio!
Non potevo lasciarlo lì e così decisi di portarlo in segheria, un pò per farne legna ma soprattutto per mantenere un ricordo di due donne anziane alle quali ero molto legato.

Contattai il trasportatore, convenimmo il compenso e ci demmo appuntamento; quando arrivò mi disse che non valeva assolutamente la pena di portarlo in segheria perchè il legno era fradicio e non ne avrei ricavato neanche legna da ardere ma io, testardo, decisi di portarlo lo stesso!
Lo sramò, lo tagliò in tronchi da due metri (la giusta misura per farlo salire sul cassone del camion), caricò e lo trasportammo.

Anche il titolare della segheria, quando vide di cosa si trattava, mi sconsigliò di tagliarlo ma io insistetti; mi disse che la lama avrebbe fatto tagli ogni nove centimetri di spessore ma che di tavole ne avrei ottenute pochissime ed il tutto si sarebbe trasformato in segatura ed ogni volta che la lama tagliava erano 10.000 lire (tanti anni fà); gli dissi di tagliare comunque perchè, per me, era importante anche ottenere una sola tavola; non era per il legno ma per il ricordo.

Notai gli sguardi ironici che si scambiarono il trasportatore ed il titolare, l’atteggiamento dell’operatore che sistemava il primo tronco sotto la sega ed i sorrisi quando la lama attraversò il legno senza resistenza, tanto si sbriciolò!
“Che faccio continuo?” Mi domandò il titolare?

Gli risposi di sì: “fino a tagliare tutti i tronchi” e rimasi ad osservare speranzoso raccontando la storia di quell’Albero Maledetto.
La mia testardaggine o la mia stupidità come la consideravano, si trasformò in partecipazione; non sogghignarono più, i loro sguardi divennero attenti, nei loro occhi si leggeva la delusione quando la lama affondava “a vuoto” e fu bellissimo l’urlo di gioia quando una tavola uscì integra, poco mancò che ci abbracciamo tutti.
Risultato! Dei dodici metri di albero, ricavammo solo due tavole (scrivo al plurale perchè ormai quell’albero era diventato di tutti noi)!

Il titolare della segheria non volle nulla per il lavoro ed anzi mi disse: grazie!
Il trasportatore mi offrì da bere e si fece pagare solo la metà del compenso pattuito!

Uscimmo tutti più “ricchi” da quella esperienza: ricchi “dentro”, ricchi di aver fatto qualcosa di bello; un vecchio albero che ha condizionato la vita di due donne morte mezzo secolo fà e che, oggi, ci lascia un ricordo bellissimo!

P.S. delle due tavole, una fa da spalliera al letto di un mio amico e l’altra fa da arredamento al camino di casa.
by Cifone

* Ho pensato, col loro consenso, di portare tra le pagine di Gloria alcuni dei racconti più belli scritti dagli amici Blogger sono certa che a lei sarebbe piaciuto leggerli e ho voluto iniziare con questo dell?amico “Cifone” perché parla della natura e dei tempi un po? andati, ma ancora cari nel ricordo di chi ha udito le voci dei nonni raccontare storie così, tramandate dalla tradizione popolare.
Nenè

Preghiera Silenziosa

6 Aprile 2007 11 commenti


*Buona Pasqua a tutti dal silenzio pieno di vita, eredità d’amore eterno in cui ora la piccola Gloria vive;

PREGHIERA SILENZIOSA

Aiutami, o Signore risorto,
a sorridere alla Pasqua che celebriamo,
a non pensare a ciò che ho lasciato,
ad essere felice di ciò che ho trovato.

Aiutami, o Signore risorto,
a non volgermi indietro perché l?ieri non c?è più
se non come briciola di lievito per il pane di oggi.

Aiutami a sorridere alla vita che avanza,
sempre così ricca di sorprese e di novità.

Aiutami a sorridere alla poesia che canta nel cuore
per spingermi alla ricerca di spazi sconfinati.

Aiutami, o Signore risorto, a sorridere ai tentativi che compio
per essere e restare creatura nuova.

Aiutami, o Signore, che sento vivo dentro di me,
perché ora so che, se vengo e sto con te,
ogni giorno è Pasqua, ogni giorno è
«primo mattino del mondo».

“La colomba tornò a lui sul far della sera; ecco, essa aveva nel becco un ramoscello di ulivo.?

Si ringrazia vivamente il sito il “volo del gabbiano” per la collaborazione
S.

Pensa !!!

4 Marzo 2007 11 commenti


Mi unisco al coro degli amici di blog e con un palpito determinato di invito e di speranza pubblico tra le pagine della mia amica Gloria Di Stefano, il testo della canzone documento e monito del giovane artista Fabrizio Moro.
Ci sono stati uomini che hanno scritto pagine
Appunti di una vita dal valore inestimabile
Insostituibili perchè hanno denunciato
Il più corrotto dei sistemi troppo spesso ignorato
Uomini o angeli mandati sulla terra per combattere una guerra

Di faide e di famiglie sparse come tante biglie
Su un’isola di sangue che fra tante meraviglie
Fra limoni e fra conchiglie… massacra figli e figlie
Di una generazione costretta non guardare
A parlare a bassa voce a spegnere la luce
A commentare in pace ogni pallottola nell’aria

Ogni cadavere in un fosso
Ci sono stati uomini che passo dopo passo
Hanno lasciato un segno con coraggio e con impegno
Con dedizione contro un’istituzione organizzata
Cosa nostra… cosa vostra… cos’è vostro?

E’ nostra… la libertà di dire
Che gli occhi sono fatti per guardare
La bocca per parlare le orecchie ascoltano…
Non solo musica non solo musica
La testa si gira e aggiusta la mira ragiona
A volte condanna a volte perdona
Semplicemente

Pensa prima di sparare

Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare
Pensa che puoi decidere tu
Resta un attimo soltanto un attimo di più
Con la testa fra le mani

Ci sono stati uomini che sono morti giovani
Ma consapevoli che le loro idee
Sarebbero rimaste nei secoli come parole iperbole
Intatte e reali come piccoli miracoli
Idee di uguaglianza idee di educazione
Contro ogni uomo che eserciti oppressione
Contro ogni suo simile contro chi è più debole
Contro chi sotterra la coscienza nel cemento
Pensa prima di sparare
Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare
Pensa che puoi decidere tu
Resta un attimo soltanto un attimo di più
Con la testa fra le mani
Ci sono stati uomini che hanno continuato
Nonostante intorno fosse tutto bruciato

Perchè in fondo questa vita non ha significato
Se hai paura di una bomba o di un fucile puntato
Gli uomini passano e passa una canzone
Ma nessuno potrà fermare mai la convinzione
Che la giustizia no… non è solo un’illusione
Pensa prima di sparare
Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare
Pensa che puoi decidere tu
Resta un attimo soltanto un attimo di più
Con la testa fra le mani
Pensa

*Che quando il sangue si fa memoria
consegniamo alla storia
del nostro paese i lutti
e i pianti.

nenè

Amare non è un obbligo….

5 Febbraio 2007 15 commenti


Voglio cercare nel mondo le risposte,
voglio credere ancora che nella
fratellanza è la Verità.
L?imperativo Amare non è un obbligo.
Solo una scelta,

l?unica scelta possibile!!!


Mi unisco al mondo del Web nel chiedere aiuto e visibilità per il caso di Azzurra nata a Cecina il 21 Ottobre 2002, la bellissima bimba è affetta dalla sindrome di Leigh, ci vogliono 300.000? (che i genitori non hanno)per il viaggio negli Usa che gli restituirebbe la possibilità di vita.

Trecentomila euro tanto costa una vita!!!
(insieme_per_azzurra.blog.tiscali.it)
Ancora un caso di bimbi malati gravemente sono Roberto e Sara.
(lalampadadeidesideri.blog.tiscali.it)…
i genitori disoccupati chiedono aiuto ma che aspettiamo tutti???
Inviate anche voi la segnalazione a:SOS Gabibbo martelliamoli di messaggi che sentano le nostre voci e zero storie!!!
Nenè


Riferimenti: trecentomila euro: tanto costa una vita

Mondo mio

12 Gennaio 2007 10 commenti


Che la mia testimonianza
sia visibile:
fatta di carità
di comprensione,
di perdono
e di aiuto ai fratelli,
perché la loro sofferenza
sia meno amara e pesante.
Nenè/Per Gloria felice inizio a tutti:-)

Buon Natale dal Paradiso…

18 Dicembre 2006 22 commenti


Buon Natale dal Paradiso

Buon Natale al mondo intero
che sia bello che sia sincero
che porti gioia in tutte le case
che accomuni tutte le cose.

Buon Natale a voi ricca gente
che non siete mai contenti di niente!

Buon Natale ai poverelli che
sono felici del poco che hanno.

Buon Natale e con che coraggio
a voi che del mondo reggete le sorti
e che mangiate sopra i morti
e dai lutti e dal pianto traete vantaggio.

Buon Natale bimbi del mondo
derubati dei vostri sorrisi giocondi
a voi che da molti patite l?oltraggio
buon Natale piccini coraggio!

N.
Il mio albero di Natale

________*.*_______
________*.*_______
_____*. *.? * .*____
____*. * ?.. * . *______
___* .. * ?? *. . *_____
__ * .. * . . .?. * .. *____.
__*: * * ?. … *.*.*.___
* .* .*( *.*.* /)..* .*._ ___.
_*.* .* ( (..) / ) ?*. *..____
_*. * .*(_ / | _) ….*.* .*_____.
_* *. *. / nenè ?* .* .*____
_*.*. *./ Auguri *.*.* .*___
______ *.*.*.*.*____________
______ .*.*.*..*__________________
________*.*.*.__________________
*.* BUON NATALE *.*

caldo, sereno beato,
di quelli semplici, che però non si
scordano mai!Per Gloria da non dimenticare
Con affetto:-)
Nenè

Sempre la stessa storia, Tiscali datti una mossa!

11 Dicembre 2006 16 commenti



Cari gestori di Tiscali.Blog,
i bloggers della community, in quanto utenti-fruitori dello spazio da voi offerto e al tempo stesso artefici-creatori dei rispettivi blog, chiedono un miglioramento del servizio offerto da Tiscali, relativamente a gestione, utilizzo e funzioni dei propri blog.
Nel dettaglio le richieste che abbiamo raccolto da tutti i bloggers che aderiscono all?iniziativa concernono:

I nostri blog personali:
- Più colori e nuovi modelli per i nostri template.
- Più strumenti per la scrittura ( tavolozza dei colori, caratteri, dimensioni, emoticons, testo al centro?ecc.)
- Aumentare il limite delle immagini fermo a 60Kb. Poter postare più di una immagine nei nostri articoli.
- Una gestione dell’Area Personale più veloce.
- Poter caricare le foto dal proprio PC al box-colonna con la stessa semplicità con cui aggiungiamo immagini e gif nei post.
- Semplificare e velocizzare il sistema per ordinare l?elenco dei nostri link.
- Una seconda archiviazione dei nostri post per categorie da noi denominate.

- Deve restare preservato il diritto di avere commenti liberi sul proprio blog anche se il post verrà pubblicato su blog.tiscali.
- Non bloccare codici htlm nel box-colonna, come accade per le gif e le immagini con link.
- Scegliere il numero di post da tenere nella Home Page del nostro blog.
- Un cestino dove recuperare eventuali pagine cancellate.
- Poter modificare sempre i vecchi post ed anche le immagini
- Poter memorizzare la passward come nei migliori Forum.
- Affiancare alla attuale versione dell?Area Personale, la possibilità per i più esperti di averne una in htlm.
- Più servizi multimediali, chiediamo video e musica. Abbiamo pensato ad un lettore mp3 multimediale su cui caricare la nostra musica dal PC.
- Una tagboard offerta da Tiscali.
- Consigliamo di sostituire il classico logo con una barra di navigazione, permetterà a Tiscali di continuare a pubblicizzarsi, e sarà utile per noi consentendoci di ?accedere ai blog successivi? in modo da aumentare la socializzazione fra blogger.
- Un “cerca” con due opzioni: cerca nel blog e cerca in Tiscali.blog.
- Tools di inserimento sfondi
- Inserire nei blog un pulsante che permetta di aggiungere automaticamente il blog che stiamo visitando nella lista dei nostri blog amici.

La Sicurezza:
- Un visualizzatore di indirizzi IP con referrer , l’automoderazione dei commenti, motore di ricerca indirizzi IP , l’autenticazione dei commenti, blocco dell? IP dei visitatori molesti.

Blog.Tiscali:

- Le categorie di blog.tiscali vanno aggiornate, in molti richiedono la rimozione di ?Attacco in Iraq?. Inoltre, considerato l?interesse per la POESIA e gli ANIMALI che moltissimi utenti dimostrano, è consigliata la creazione di queste categorie.
- Rendere più evidente l?accesso al blog personale dal post che appare su blog.tiscali
- Nella Home Page di Tiscali deve essere premiata l?originalità, la simpatia, l?attualità e l?importanza sociale.
- La Redazione dovrebbe visitare ogni categoria e scegliere il meglio, con equilibrio in modo tale che non manchino mai dei ?rappresentanti? per categoria.
- Un cambiamento settimanale dei “Blog raccomandati”.
- Più minuti di visibilità nell?elenco ?Ultimi post?.

Non chiediamo molto, solo alcuni miglioramenti e ritocchi, nuove potenzialità per i nostri blog che incrementerebbero anche il vostro sito.

Sicuri che ascolterete con attenzione le nostre proposte.
Attendiamo fiduciosi una risposta.

Distinti saluti

I bloggers aderenti alla proposta «Miglioriamo i nostri Blog».

BLOGGER!!Se sei d’accordo con l’iniziativa Copia e Incoll a questo post e pubblicalo sul tuo blog e blog.tiscali senza esitare un attimo!!
Manifesta il tuo consenso

dal Blog di Gloria Di Stefano
Nenè

C’è sempre un’altra strada…

4 Dicembre 2006 17 commenti


Voglio diffondere gioia;
voglio soprattutto
regalare un sorriso
che spezzi ogni solitudine.
Se fermi sul prossimo
la tua attenzione
vi scopri dei fratelli,
come te;
che cadono proprio
come anche tu cadi
e si rialzano
chiamati alla beatitudine,
come te.

Da Gloria che ci guarda e se la ride;-)
Nenè

Pagina Aperta agli amici di Gloria

1 Dicembre 2006 39 commenti


Per tutti gli amici di Gloria.
Sono Nenè, mi unisco alla voce dei suoi
familiari, vi invito a firmare
la petizione proposta da:
GLORIA

Basta un click sul primo box
in alto a sinistra di questo
blog.
Rimetto il link pure qui sotto
Vi abbraccio, per Gloria, per i suoi cari,
per me:-)
Nenè/Sà

Riferimenti: Firmate l’appello per il Darfur dimenticato!!!l

La famiglia Di Stefano ringrazia

1 Dicembre 2006 7 commenti


Ringrazio tutti gli amici di Gloria (non sapevo foste così tanti) per la loro vicinanza e per il loro affetto. Questo Blog rimane così come lo ha lasciato Gloria, con in più una pagina bianca aperta a tutti voi, ove potete inserire i vostri saluti quando vi torna nel cuore la mia bambina.
Non so come aprire la posta elettronica di mia figlia, non ha fatto in tempo a scrivermi i dati. Tra l’altro per me è troppo penoso anche entrare in queste pagine. Vi voglio bene tanto, siete stati meravigliosi e vi ho sentito tutti partecipi accanto a me e vicini a quel letto, oramai rimasto vuoto.

Simona Di Stefano.

Questa foto era sul monitor di Gloria, mi sono fatta aiutare dall’altro mio figlio per inserirla qui e offrirla a tutti voi.